Didattica - Istituto Professionale Servizi per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale

Home/Didattica IPS
Piano di studio Primo Biennio1° Anno2° Anno
Religione Cattolica o attività alternative11
Lingua e letteratura italiana44
Storia22
Lingua Inglese33
Matematica44
Diritto ed economia22
Scienze motorie e sportive22
Scienze integrate (Scienze della Terra e Biologia)22
Scienze integrate (Fisica)2*2*
Scienze integrate (Chimica)2*2*
Tecnologie dell’informazione e della comunicazione22
Laboratori tecnologici ed esercitazione33
Ecologia e pedologia33
Geografia1
Totale ore settimanali3332
Piano di studio Secondo Biennio3° Anno4° Anno5° Anno
Religione Cattolica o attività alternative111
Lingua e letteratura italiana444
Storia222
Lingua Inglese333
Matematica333
Biologia applicata3
Chimica applicata e processi di trasformazione32
Tecniche di allevamento vegetale e animale23
Agronomia territoriale ed ecosistemi forestali522
Economia agraria e dello sviluppo territoriale456
Valorizzazione delle attività produttive e legislazione di settore56
Sociologia rurale e storia dell’agricoltura3
Scienze motorie e sportive222
Totale ore settimanali323232

PROSEGUIMENTO DEGLI STUDI

Una volta conseguito il diploma quinquennale, è possibile accedere a qualsiasi facoltà universitaria, con particolare riferimento ai corsi di laurea afferenti alle seguenti classi:

biotecnologie
scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura
ingegneria civile e ambientale
scienze e tecnologie agrarie, agroalimentari e forestali
scienze e tecnologie zootecniche e delle produzioni animali
o accedere a corsi ITS.

LIBERA PROFESSIONE

Superato il quinquennio di studi, è possibile svolgere l’esercizio della libera professione di Agrotecnico, svolgendo un praticantato e superando un esame di abilitazione, che consente l’iscrizione nell’Albo Provinciale degli Agrotecnici.

Le competenze professionali degli iscritti sono numerose ed estese, delineando la figura di un consulente globale per l’impresa a tutto tondo, competente non solo nei tradizionali settori agrario, forestale e zootecnico ma anche nei nuovi settori del paesaggio e del verde ornamentale, dell’ambiente e dell’ingegneria naturalistica, dell’alimentazione e più specificamente:

La direzione e l’amministrazione di cooperative di produzione, commercializzazione e vendita di prodotti agricoli; la gestione di aziende agrarie e zootecniche e di aziende di lavorazione, trasformazione e commercializzazione di prodotti agrari e zootecnici, limitatamente alle piccole e medie aziende, ivi comprese le funzioni contabili, quelle di assistenza e rappresentanza tributaria e quelle relative all’amministrazione del personale dipendente dalle medesime aziende.
L’assistenza alla stipulazione dei contratti agrari e, conseguentemente, l’assistenza nella stipula di “contratti in deroga” di cui alla legge n. 203/82 nonché la registrazione telematica dei contratti d’affitto con ENTRATEL.
La rilevazione dei dati statistici e la preferenza nelle attività di rilevamento redatte nel settore agricolo (censimenti ISTAT regionali, ecc.).
Le attività catastali in genere ed i tipi di frazionamento.
La valutazione di incidenza ambientale per le aree SIC, ZSC e ZPS (Direttiva n. 92/43/CEE e DPR 8.9.1997 n. 357).
La formulazione di piani per lo smaltimento e l’utilizzo delle acque reflue di vegetazione e la formulazione di tutti i piani per lo smaltimento delle deiezioni zootecniche.
La predisposizione dei piani di sicurezza sul lavoro (Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 integrato e corretto dal D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106).
Ricoprire il ruolo di RSPP (Responsabile dei Servizi di Prevenzione e Protezione dei Lavoratori) e gli ASPP (Addetti ai Servizi di Prevenzione e Protezione dei Lavoratori) e svolgere le relative funzioni.
Il rilascio di certificati di prevenzione incendi, ai sensi del D.M. 5 agosto 2011 – Ministero dell’Interno.
Il rilascio di asseverazioni ed attestati di certificazione/qualificazione energetica, per gli interventi a favore dell’impiego di fonti energetiche rinnovabili e del risparmio energetico in agricoltura, per le opere previste nei piani aziendali ed interaziendali nonché nelle opere di miglioramento e di trasformazione fondiaria, sia agraria che forestale.
L’assistenza tecnico-economica agli organismi cooperativi ed alle piccole e medie aziende, compresa la progettazione e direzione di piani aziendali ed interaziendali, anche ai fini della concessione dei mutui fondiari nonché le opere di trasformazione e miglioramento fondiario.
I piani e progetti in materia di forestazione, anche di cui al Reg. (CE) n. 2080/92 (con i limiti dettati dalla giurisprudenza interpretativa) ed al Reg. (CE) n. 1698/05.
La direzione e manutenzione di parchi e la progettazione, direzione e manutenzione di giardini, anche localizzati, gli uni e gli altri, in aree urbane, comprese le VTA-Visual Tree Assessment, VPA-Visual Palm Assessment ed ogni altra attività valutativa e peritale, sia strumentale che visive, della stabilità delle alberature.
L’assistenza tecnica per i programmi e gli interventi fitosanitari e di lotta integrata.
La consulenza aziendale in agricoltura (così come declinata nei PSR-Piani di Sviluppo Regionali).
L’assistenza tecnica ai produttori singoli ed associati nella sua più ampia accezione, e precisamente: l’assistenza agli imprenditori agricoli in tutte le controversie con i terzi per espropri, indennità servitù, ecc.; l’assistenza nei rapporti con gli Enti pubblici e gli istituti di credito nella erogazione di pubbliche provvidenze; l’assistenza nella commercializzazione dei prodotti agro-alimentari; ecc.
La predisposizione dei piani di autocontrollo alimentare (HACCP-Hazard Analysis Critical Control Point) – Regolamento CE n. 852/2004 sull’igiene dei prodotti alimentari; l’iscrizione all’Albo consente inoltre, ai sensi della Risoluzione n. 5910 del 14.01.2011 del Ministero dello Sviluppo Economico acquisizione della qualifica di “alimentarista”.
Le stime di terreni agricoli e di terreni edificabili e le stime di immobili agricoli e delle loro pertinenze.
Il conferimento diretto di incarichi professionali, da parte delle PP.AA. ai sensi dell’art. 90 del D.Lgs. 12 aprile 2006, n.163 e s.m.

INSERIMENTO NEL MONDO DEL LAVORO

I diplomati trovano lavoro principalmente in aziende.

del terziario avanzato che si occupano di ambiente, pianificazione e gestione del territorio, controlli integrati in agricoltura, sicurezza alimentare e del lavoro, ingegneria ambientale;
nelle aziende private;
nelle Organizzazioni Professionali che operano nell’ambito della produzione, trasformazione, commercializzazione, valorizzazione e vendita di prodotti derivati da processi biologici e biotecnologici.
Anche in considerazione della recente normativa Comunitaria sull’applicazione delle buone pratiche agronomiche e ambientali, dei principi di sicurezza alimentare e del lavoro, nonché, delle tecniche per il miglioramento del rendimento globale dell’azienda, è prevedibile una notevole richiesta di Agrotecnici da parte degli organismi privati accreditati all’erogazione di servizi di consulenza.

Non manca l’opportunità di inserimento nella pubblica amministrazione: Forestale, Esercito, Guardia di Finanza, Amministrazioni periferiche dello Stato (es. servizio repressione frodi), Regioni.

Infine, le competenze multidisciplinari acquisite durante il percorso formativo, consentono all’Agrotecnico di agire anche in ambiti comuni con altri professionisti tra i quali: ingegneri, architetti, agronomi, tecnologi alimentari, commercialisti, geometri, ragionieri.